SPENDING REVIEW: SUBITO 4,5MLD TAGLI,PROVINCE DIMEZZATE. DIFESA,TAGLI PER 1 MLD IN 2013-2014, OLTRE A RISPARMI PER RIDUZIONE PERSONALE. STATALI,ARRIVA CEDOLINO UNICO PER TUTTA P.A. - EQUITAZIONE: 10 GIORNI; ARGENTON DOMINA GP GUARDIA FINANZA

sabato 07 luglio 2012

SPENDING REVIEW: SUBITO 4,5MLD TAGLI,PROVINCE DIMEZZATE
MONTI, NO SFORBICIATA LINEARE;SALVI MINI OSPEDALI E UNIVERSITA'
(di Chiara Scalise)
(ANSA) - ROMA, 6 LUG - Dopo sette ore di riunione, il
Consiglio dei ministri approva la ''seconda rata'', come la
definisce il premier Mario Monti in conferenza stampa,
dell'operazione di revisione della spesa pubblicata. Che,
assicura il Professore non prevede ''tagli lineari'' ma bensi'
una sforbiciata ''ponderata''. Si tratta, dice, di una
''missione collettiva'' pensata ''per i cittadini'' e che per i
prossimi sei mesi del 2012 comportera' tagli per 4,5 miliardi,
che l'anno successivo salgono a 10,5 e a 11 nel 2014.
E nonostante numerosi stop and go, alla fine arriva anche il
dimezzamento delle province, che entro l'anno dovranno scendere
a quota 50. Il tutto con il raccordo con gli enti territoriali e
accompagnato dalla creazione di 10 nuove citta' metropolitane,
(Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari,
Napoli, Reggio Calabria).
Il governo scende in conferenza stampa in piena notte e il
presidente del Consiglio coglie l'occasione per riconoscere ''il
senso di responsabilita'' manifestato dai ministri, che nel
corso di queste settimane hanno cercato di opporre qualche
resistenza alla sforbiciata prevista dal decreto ma che alla
fine hanno approvato il provvedimento. Anche perche' sui due
fronti principali, sanita' e scuola, i rispettivi dicasteri
l'hanno spuntata. In extremis infatti saltano i tagli ai
'mini-ospedali' e quelli alle universita' (200milioni nel 2012 e
300 a partire dagli anni successivi) e parimenti non vengono
finanziate le scuole paritarie. ''La scuola non e' toccata da
questo decreto - ci tiene a precisare il viceministro
dell'Economia Vittorio Grilli - e per la salute si mantengono i
servizi invariati ma riducendone i costi''. Nel complesso
comunque la macchina centrale dell'amministrazione pubblica
mette sul piatto 1,5 miliardi quest'anno e 3 miliardi a partire
dal 2013, con tanto di soppressione della Covip e dell'Isvap.
Confermato lo stop all'incremento dell'Iva fino al primo
luglio del 2013 e le risorse per fare in modo che altri 55 mila
esodati possano essere salvaguardati con le vecchie regole con
uno stanziamento complessivo di 1,2 miliardi di euro dal 2014.
Tra le novita' in arrivo, spunta il taglio di ''almeno il
10%'' del totale degli organici delle Forze armate, lo stop
all'adeguamento degli affitti pagati dallo Stato e l'avvio della
rinegoziazione delle locazioni per ridurre del 15% i canoni.
(ANSA).

SPENDING REVIEW:DIFESA,TAGLI PER 1 MLD IN 2013-2014
OLTRE A RISPARMI PER CESSIONE IMMOBILI E RIDUZIONE PERSONALE
(ANSA) - ROMA, 6 LUG - Un miliardo di euro complessivi nel
biennio 2013-2014 e 100 milioni nel 2012: sono i tagli della
spending review del Ministero della Difesa.
Si tratta di risparmi, secondo quanto si e' appreso, che
verranno effettuati intervenendo in due settori in particolare:
quello dell'acquisto di beni e servizi e quello degli
investimenti. In che modo, ancora non e' noto, ma i tecnici
della Difesa hanno messo a punto un piano che consentira' di
tagliare 100 milioni di euro quest'anno (tutti risparmiando
nell'acquisto di beni e servizi), 500 milioni nel 2013 e altri
500 nel 2014.
A questo miliardo e 100 milioni, vanno aggiunti poi i
risparmi - non ancora quantificati - derivanti dalla cessione di
tutti gli immobili della Difesa al fondo del Demanio e dalla
decurtazione del 10% del personale con le stellette, vale a dire
- sulla carta - circa 18 mila uomini su un totale di 183 mila.
Un taglio di uomini che in realta' costituisce solo una
'accelerazione', per cosi' dire, del processo di revisione dello
strumento militare promosso dal ministro Di Paola: il disegno di
legge delega di riforma, all'esame del Senato, prevede una
riduzione di 33 mila soldati (e 10 mila civili
dell'amministrazione della Difesa, che oggi sono 30 mila)
nell'arco di 10 anni. Una contrazione di organico che ora verra'
dunque accelerata.
Analogamente, i tagli della spending review che intaccano
sugli investimenti e sull'acquisto di beni e servizi sono stati
pensati tenendo conto di quanto gia' 'tagliato' dal progetto di
riforma, la cui scure si e' abbattuta in modo pesante proprio
sugli investimenti, prevedendo ad esempio un ridimensionamento
del programma Joint Strike Fighter: dei previsti 131 supercaccia
F-35 dovrebbero esserne acquistati 90, con una conseguente
riduzione di spesa stimabile in qualcosa come 5 miliardi.
Il 'combinato disposto' costituito da spending review e
progetto di riforma costituisce dunque per la Difesa una cura
dimagrante importante. E non e' tutto, perche' i tagli si vanno
a sovrapporre a quanto deciso gia' dal precedente governo, che
aveva previsto una riduzione di un miliardo e mezzo nel 2012,
una sforbiciata di 700 milioni nel 2013 e di 800 nel 2014.
(ANSA).


SPENDING REVIEW: STATALI,ARRIVA CEDOLINO UNICO PER TUTTA P.A
MODALITA' DI PAGAMENTO STIPENDIO DOVRANNO ESSERE UNIFICATE
(ANSA) - ROMA, 6 LUG - Arriva la razionalizzazione del
cedolino per tutta la P.a., con modalita' di pagamento degli
stipendi che dovra' essere omogeneizzata per consentire risparmi
non inferiori al 15%. E' una delle norme volute dal Commissario
Enrico Bondi contenuta nel decreto della Spending Review.
(SEGUE).


SPENDING REVIEW: STATALI,ARRIVA CEDOLINO UNICO PER TUTTA P.A (2)
(ANSA) - ROMA, 6 LUG - ''In base all'analisi svolta dal
Commissario Bondi, la disomogeneita' nei servizi di pagamento
delle retribuzioni dei dipendenti pubblici contribuisce
all'aumento della spesa pubblica. Per eliminare
l'anomalia il decreto stabilisce che le amministrazioni
stipulino convenzioni con il ministero dell'Economia e Finanze
per omogeneizzare il sistema di pagamento degli stipendi, oppure
rinegozino i contratti vigenti, con un abbattimento del costo
del servizio non inferiore al 15%''.(ANSA).

EQUITAZIONE: 10 GIORNI; ARGENTON DOMINA GP GUARDIA FINANZA
(ANSA) - TRENTO, 6 LUG - E' stato il giorno di Virginia
Argenton alla 10 Giorni Equestre di Predazzo nel turno
d'apertura del Concorso Nazionale A a cinque stelle. L'amazzone
di Mogliano Veneto in sella a Isetto di 9 anni Isetto si sono
aggiudicati cosi' il Gran Premio Scuola Alpina Guardia di Finanza
della categoria 140. Alle loro spalle della nipote del
leggendario Alessandro, che partecipo' a ben cinque Olimpiadi
vincendo la medaglia d'argento individuale nel completo a Monaco
1972, si e' classificato Cristian Pitzianti su Acoreen Flb, che
gia' si era messo in evidenza nei giorni scorsi con una vittoria
e numerosi piazzamenti. Terzo il bergamasco Enrico Maria Frana
su Z e quarta la meranese Melanie Gruber su Gondor 8. Questi
quattro sono stati gli unici a chiudere il percorso di gara con
zero penalita'. Il piu' veloce fra i 20 partecipanti alla gara piu'
importante della giornata e' stato il poliziotto vicentino
Vincenzo Chimirri su Temptation, ma un errore nel penultimo
salto gli ha precluso la vittoria. (ANSA).



Tua email:   Invia a: